Il castello di castellet

Scavi archeologici

Ritrovamenti archeologici

Nel 2008 si sono proseguiti i lavori di scavo archeologico nel seno del progetto di restauro del castello diretto dal dottor Joan Albert Adell e realizzato dalla compagnia Codex Arqueología e Patrimonio, sotto la supervisione dell’archeologo Daniel Alcubierre.

Uno dei ritrovamenti più interessanti del 2007 è stato un insieme di elementi difensivi siti nel cortile orientale, costituiti da una muraglia e un fossato che, dopo le scoperte della campagna del 2008, sono stati datati tra l’epoca ibero-romana e l’alto Medioevo. La fondazione abertis, nel 2008, ha voluto approfondire la conoscenza di questi elementi e valorizzarli nel complesso monumentale di Castellet.

In seguito a questo intervento, sono stati scoperti resti grazie ai quali è possibile comprendere meglio l’evoluzione del castello dalla sua costruzione all’attualità, un’evoluzione che rispecchia i fatti storici che si avvicendarono parallelamente. In virtù dei nuovi ritrovamenti, si deduce che il castello dovette funzionare come postazione di controllo e vigilanza delle principali vie di comunicazione dell’epoca: il fiume Foix, la Via Heraclia e, in seguito, la Via Augusta.

Da una parte, è stato recuperato un fossato difensivo e una muraglia di 14 metri quasi completa, la cui edificazione risale all’epoca iberica. La situazione di questo muro, che presenta una continuità rispetto alle strutture presenti nel cortile sud ha permesso di tracciare con precisione la pianta del castello di Castellet così com’era nel X secolo. La muraglia è accompagnata da un fossato largo sei metri e di un contromuro difensivo. Entrambe le strutture dovevano difendere il lato orientale del castello.

Il recupero di tali elementi difensivi del X secolo potrebbe essere legato al primo documento in cui è citato il castello di Castellet, del 977, e con altri avvenimenti storici.

La fondazione abertis ha previsto di inserire questo spazio nel suo programma di visite guidate e di continuare ad approfondirne la conoscenza.